Anche quest’anno torna la "controcernobbio", ovvero il Forum di Sbilanciamoci!: la campagna di 44 organizzazioni della società civile che dal 1999 si sono unite per impegnarsi a favore di un’economia di giustizia e di un nuovo modello di sviluppo fondato sui diritti, l’ambiente, la pace. La IV edizione del Forum si terrà a Bari dal 31 agosto al 3 settembre in contrapposizione con il meeting di Cernobbio della finanza italiana e internazionale che dal 1975 si tiene ogni anno nella prima settimana di settembre a Villa d’Este di Cernobbio (Como).

"Produrre, lavorare, consumare nell’economia dei beni comuni". Questo il tema della "controcernobbio" che "quest’anno – si legge in una nota – acquista un particolare sapore: la prima con un Governo di centro sinistra in carica. Ci si aspetta la presenza di ministri, sottosegretari e parlamentari. Quest’anno il confronto può essere vero, entrando nel merito delle proposte e delle critiche che ogni anno il Forum di Sbilanciamoci! porta avanti.

Quattro sessioni, due tavole rotonde, tredici gruppi di lavoro l’incontro di quest’anno vedrà la presenza anche di ospiti stranieri come la vice presidente di Attac Susan George, l’ecologista indiana Vandana Shiva, la economista Saskia Sassen, il coordinatore del Social Watch Roberto Bissio, il leader dei contadini dell’Africa occidentale, Ibrhaima Coulibaly e tanti altri. Tra gli italiani, la presenza di oltre 50 relatori e ospiti tra cui il procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso, Alex Zanotelli, il ministro Paolo Ferrero, la Vice Ministra degli Esteri Patrizia Sentinelli, Riccardo Petrella, il Presidente dell’ARCI, Paolo Beni, i leader dei movimenti No Tav e No Ponte, e tanti altri. Il programma completo di Sbilanciamoci! con le sessioni e i nomi dei relatori (e la scheda per iscriversi) possono essere scaricato da www.sbilanciamoci.org.

Il Forum si propone di convogliare la politica ed il governo ad un confronto serrato sui temi e le alternative che la campagna ha posto in questi anni: dalla riduzione delle spese militari ad una nuova politica di pace, dal blocco del programma delle grandi opere ad una diversa politica ambientale, da una nuova e più giusta politica fiscale ad una politica di redistribuzione delle risorse, dalla difesa e allargamento del Welfare ad una politica per i diritti del lavoro, dall’idea di un nuovo modello di sviluppo al sostegno più forte delle nuove forme di altra economia.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)