Profili di illegittimità sull’espletamento della prova colloquio e sull’intera procedura concorsuale. Sono queste le lamentele dei circa 30 candidati esclusi dal concorso pubblico selettivo per l’assunzione di 29 Operatori Socio Assistenziali (OSA) bandito dall’Azienda Speciale del Comune di Battipaglia che si sono rivolti al Movimento Difesa del Cittadino di Battipaglia per proporre ricorso verso il "verdetto" finale del concorso. L’Associazione di difesa dei cittadini, che non è nuovo a queste battaglie legali, ha dato incarico agli avvocati Francesco Anzalone e Giuseppe Speranza di difendere i concorrenti esclusi.

Gli "esclusi" lamentano soprattutto la presenza, all’interno della Commissione che ha esaminato i candidati, del Direttore Generale dell’Azienda Pignatelli che a sua volta sarebbe stato incaricato come Direttore Generale e nominato quale membro della Commissione Esaminatrice del Concorso dal Consiglio di Amministrazione dell’Azienda composto a sua volta anche da Consiglieri Comunali. Secondo gli avvocati Francesco Anzalone e Giuseppe Speranza "sono molteplici le censure che abbiamo al riguardo sollevato sui dubbi di imparzialità del procedimento concorsuale effettuato. Riteniamo che al vaglio del TAR di Salerno siano stati sottoposti numerosi aspetti che discuteremo in sede di trattazione". Il Concorso espletato il 31 gennaio e 02 febbraio del 2006 ha riguardato l’assunzione con incarico a progetto di 29 .


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

 

Parliamone ;-)