La regione Toscana entro il 2010 potrebbe rendere possibile il voto dall’estero da parte dei propri cittadini sparsi nel mondo, resta solo da definire la soluzione tecnica e legislativa per l’attuazione del progetto. Lo ha annunciato l’assessore alle riforme istituzionali della Toscana Agostino Fragai, proprio nel giorno in cui gli italiani nel mondo (tre milioni e mezzo, due milioni e settecentomila quelli chiamati alle urne) si sono dimostrati decisivi per i risultati finali delle votazioni politiche nazionali.

"Come giunta – spiega l’assessore – ci siamo prefissi due obiettivi da alcuni mesi, che sono poi l’applicazione dello Statuto regionale che ci siamo dati l’anno scorso. Il primo è quello di favorire il voto degli immigrati che risiedono in Toscana: di quelli almeno che vivono nella nostra regione da diverso tempo, spesso con la famiglia, che studiano e lavorano, pagano le tasse e contribuiscono alla crescita della nostra economia. Hanno quindi tutto il diritto di partecipare attivamente alla vita pubblica. Il secondo obiettivo, visto che la legge Tremaglia riguarda solo politiche e referendum, è quello di agevolare il voto dei toscani che vivono all’estero: permettergli di votare senza costringerli a tornare in Toscana".

"La cronaca di queste ore ha dimostrato che l’esercizio di voto è importante e decisivo – prosegue Fragai – ma soprattutto è un diritto e per questo va agevolato. Le urne hanno inoltre sfatato un luogo comune: quello, secondo cui, la maggioranza degli italiani nel mondo sarebbe composta da moderati più propensi a votare per il centro destra. La fotografia che ci consegnano queste elezioni politiche, che hanno visto votare il 42 per cento degli italiani all’estero, ci dice che non è così".

Tra il 1870 ed il 1960 sono emigrati nel mondo quasi un milione e 200 mila toscani, ossia 1/3 dell’attuale popolazione. Oggi i cittadini toscani nel mondo sono circa 100 mila, i quali risiedono soprattutto in Europa, in America Meridionale (dove l’affluenza al voto tra gli italiani ha sfiorato per queste politiche il 52%), nell’America del Nord e in Australia. Duecentomila sono invece gli immigrati in Toscana, secondo l’ultimo rapporto della Caritas: albanesi, cinesi e rumeni sono i più numerosi.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)