Dopo i rialzi registrati tra agosto e novembre dello scorso anno assistiamo nel mese di gennaio ad una d’arresto nella fiducia dei consumatori. In particolare, l’indice destagionalizzato calcolato dall’Isae si e’ portato a 106,4 da 108,2 di dicembre 2005, appena al di sotto dei valorimedi del quarto trimestre dell’anno scorso.

Peggiorano le valutazioni sul quadro economico generale, soprattutto per quanto riguarda le attese sulla situazione del Paese e sul mercato del lavoro. Migliorano invece giudizi e previsioni sulla situazione personale, principalmente grazie alle valutazioni sul risparmio. Riemerge, dopo un bimestre di distensione, qualche segnale di accelerazione della dinamica inflazionistica.

Quanto alle previsioni di spesa, i consumatori segnalano un marcato aumento delle intenzioni di acquisto dell’autovettura. Dovrebbero invece rimanere sostanzialmente stabili gli impegni per l’acquisto e la manutenzione dell’abitazione.

L’andamento della fiducia non e’ comunque omogeneo sul territorio nazionale, infatti, in controtendenza rispetto alla media nazionale, l’indice aumenta nel Nord-Est, mentre registra una flessione nel Nord-Ovest, al Centro e soprattutto nel Mezzogiorno.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)