Il pedone deve attraversare la strada sulle strisce altrimenti va incontro ad una multa. Ieri la Cassazione ha confermato una sentenza del giudice di Massa, respingendo il ricorso di un uomo contro un verbale della Polizia municipale. Il verbale contestava all’uomo la violazione dell’articolo 190, comma secondo, del Codice della Strada perché "quale pedone, attraversava la carreggiata senza servirsi dei passaggi esistenti a distanza inferiore a 100 metri".

Chiamata in causa, la Cassazione ha rilevato che nella sentenza del giudice di pace "si è in presenza di un accertamento di fatto sorretto da logica e sufficiente seppur concisa motivazione". Dunque il ricorso dell’uomo è stato respinto e la Corte ha precisato che (sentenza 11421) "in tema di sanzioni amministrative – si legge nella sentenza n. 11421 – per violazione del codice della strada, la mancata indicazione della norma, che prevede la sanzione contestata, non comporta di per sé la nullità della contestazione della violazione".

La sentenza della Cassazione non convince il Codacons. "E’ vero che il Codice della strada disciplina chiaramente l’attraversamento pedonale – afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – ma è altrettanto vero che le strisce raramente vengono rispettate dagli automobilisti, i quali non lasciano la dovuta precedenza ai pedoni. Una siffatta situazione, generalizzata su tutto il territorio, rende quindi indifferente per il pedone attraversare sulle strisce o fuori dalle strisce. Senza contare – prosegue Rienzi – che in molte città, Roma in testa, le zebre sono spesso poco visibili perchè quasi del tutto cancellate dall’asfalto".

"Invitiamo pertanto i pedoni a rivalersi sul Comune quando ricevano una multa per aver attraversato lontano dalle strisce, nei casi in cui le zebre siano poco visibili, cancellate o mai rispettate dagli automobilisti" conclude Rienzi.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)