Nonni sempre più giovani, attivi, e con un ruolo fondamentale nella vita familiare. E’ quanto emerge dalla la prima ricerca nazionale sulla figura del nonno, commissionata da Regione Lombardia alla società Lorien Consultino e presentata ieri dal presidente della regione, Roberto Formigoni.

Lo studio si inserisce nell’ambito della seconda Festa regionale dei Nonni, manifestazione che si svolgerà domenica 2 su tutto il territorio lombardo. L’evento voluto lo scorso anno da Formigoni, che da quest’anno è anche festa nazionale.

Ammontano a 14 milioni i nonni in Italia e rappresentano un terzo della popolazione adulta. Oltre il 50% ha meno di 64 anni, il 23% ne ha meno di 54, e il 17,3% è impegnato attivamente in una professione (in Lombardia la percentuale sale al 18,8%). Nonni ancora giovani, quindi, attivi dal punto di vista professionale ma anche familiare. La ricerca evidenzia infatti che il il 70% dei nonni accudisce i nipoti (in Lombardia il 75%), il 44,3% portano i nipoti a scuola, il 28,7% li aiutano nello studio e l’85,4% giocano con i nipoti.

I nonni italiani dedicano ai nipoti un tempo molto importante, equiparabile, secondo lo studio, a quello di una baby sitter a metà tempo: 18,1 ore alla settimana in Italia (in Lombardia 19,7 ore). Nel 57% dei casi lo fanno poiché i genitori sono al lavoro.

Nonni presenti con i propri nipoti anche dal punto di vista economico: i padri dei padri danno infatti ai nipotini una qualche forma di contributo economico nel 95,7% dei casi. La ricerca conferma anche il fondamentale ruolo affettivo dei nonni: il 40% associa alla parola nonno le parole amore o affetto; la quasi totalità dei nonni (99%) e dei nipoti (95%) giudica in maniera positiva il rapporto nonno-nipoti.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)