Si celebra oggi, 27 gennaio, in tutta Italia la Giornata della Memoria dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz. La ricorrenza venne istituita nel 2000 con una apposita legge (L. 211 del 20/07/2000) "al fine – si legge nel provvedimento – di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonchè coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati".

Numerose le iniziative e le celebrazioni organizzate in tutta Italia sia da parte delle istituzione che da parte della realtà sociali. Mentre Camera dei deputati, alle ore 12, è stato osservato un minuto di silenzio, il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi durante l’incontro con una delegazione di studenti che hanno partecipato alla visita ai campi di sterminio di Auschwitz organizzata dal Comune di Roma, ha dichiarato: "La memoria è il filo conduttore che lega le generazioni, tracciando un percorso nella coscienza collettiva, che insegni il ripudio dell’indifferenza e di ogni forma di estremismo, per costruire una società basata sul rispetto della dignità umana".

"La mia generazione – ha proseguito il Capo dello Stato – ha vissuto la vergogna delle leggi razziali, la violenta aberrazione del nazi-fascismo, le distruzioni e la tragedia della guerra. Ma è una generazione che ha saputo trovare in se stessa la forza di opporsi, di resistere, di combattere per la libertà. Abbiamo conquistato la straordinaria gioia del riscatto e della liberazione della Patria".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)