Ha avuto inizio oggi a Roma, presso Palazzo Valentini, un ciclo di incontri e seminari pubblici, promossi dalla Presidenza del Consiglio provinciale della Capitale e curati da Lunaria, dal titolo "Buone pratiche locali. Politiche, esperienza ed iniziative delle comunità partecipate". Le finalità dell’iniziativa sono quelle di diffondere forme governative locali attente a pratiche etiche, nel senso di democrazia partecipata, economia solidale, cittadinanza attiva, sviluppo sostenibile, pace e solidarietà internazionale.

Durante l’incontro di apertura di questa mattina è stata presentata la pubblicazione la "Guida alle buone pratiche locali. Comunità partecipate", elaborata sulla base di 50 buoni esempi di amministrazioni locali che hanno realizzato iniziative di democrazia diretta e di sviluppo etico della finanza. "La guida – ha dichiarato Adriano Labbucci, Presidente del Consiglio Provinciale di Roma – prova che la dimensione locale è strettamente legata alla società ed alle persone. Nella dimensione locale si attua l’"immaginazione", virtù che bisogna recuperare per superare le solite logiche che governano il mondo". "L’Occidentale – ha proseguito Labbucci – vive una crisi della democrazia, qualcuno parla di epoca "post-democratica". Occorre quindi "democratizzare la democrazia", coinvolgendo istituzioni e forze sociali". Vari gli strumenti per far partecipare i cittadini alla vita pubblica: l’esempio più efficace è il bilancio partecipato, nato negli anni ’90 dall’esperienza della municipalità di Porto Alegre, in Brasile.

"Occorre creare una democrazia partecipata – ha concluso il Presidente del Consiglio Provinciale di Roma -, che non parta però dalle macerie della democrazia consiliare attuale. Servono infatti nuove forme strutturali di governo". Secondo Giulio Marcon, Presidente di Lunaria, la guida presentata oggi costituisce un utile strumento per le amministrazioni locali, associazioni e gruppi che volessero promuovere i modelli proposti nelle proprie realtà territoriali. La pubblicazione si divide in cinque sezioni: Democrazia, Diritti e Cittadinanza; Welfare e Servizi Pubblici; Politiche per un’economia diversa; Sostenibilità ambientale; Pace, Solidarietà internazionale e diritti umani. "Le concrete esperienze descritte nella guida – ha dichiarato Marcon – testimoniano la creatività e la capacità di innovazione di molte amministrazioni locali. In molti enti locali spira il vento di una nuova politica, costruita in modo dialettico con la società civile".

Numerose le reti di confronto nate negli ultimi anni (la Rete del Nuovo Municipio, il Coordinamento degli Enti Locali per la Pace, I Comuni virtuosi e la rete delle Città Slow), nel tentativo di diffondere le esperienze locali per la creazione di un disegno comune di trasformazione sociale e politica. "Di fronte ad uno sviluppo che precipita dall’alto – ha affermato Pierlugi Sullo, Rete Nuovo Municipio – vi è un autosviluppo territoriale per mettere a valore le qualità del territoriali e culturali. La sovranità delle comunità locali è stata "saccheggiata" dalla politica nazionale, che con le recenti leggi finanziarie ha provocato enormi problemi nei bilanci, anche con il trasferimento dell’onere del welfare ai comuni".

Secondo Paolo Beni, Presidente dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), è necessario affrontare il problemi provocati dal mercato globale. "Il terreno della sperimentazione dell’alternativa può nascere dalla crescita delle realtà locali, un’alternativa nella produzione, negli stili di vita, nella qualità dello sviluppo. Il governo locale può infatti essere il motore di una globalizzazione dal basso, per promuovere i valori della pace, dei diritti delle persone, dell’ambiente".

L’iniziativa presentata oggi proseguirà secondo il seguente calendario:
Mercoledì 15 marzo 2006 h 17.00
Comune di GENZANO
Sala del Consiglio Comunale , via I. Belardi 81.

Venerdì 17 marzo 2006 h 17.30
Comune di MONTEROTONDO
Sala del Consiglio Comunale , piazza G. Marconi 4.

Lunedì 20 marzo 2006 h 17.00
Comune di CIVITAVECCHIA
Sala del Consiglio Comunale "Renato Pucci", Piazzale P. Guglielmotti 7.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)