Per facilitare l’inserimento nel mercato del lavoro delle donne che presentano condizioni di particolare disagio sociale, l’assessorato provinciale alle Politiche del Lavoro di Teramo ha istituito in via sperimentale uno Sportello Donna presso la sede del Centro per l’Impiego. Al nuovo servizio collaborano due psicologhe ed una assistente sociale. Lo Sportello, nello specifico, si occuperà di valutare iniziative che coinvolgono le lavoratrici flessibili e precarie, che segnalino situazioni di discriminazione o di rischio di licenziamento. La sperimentazione durerà tre mesi al termine dei quali si provvederà a verificare l’impatto del nuovo servizio e a programmare l’eventuale apertura di nuovi sportelli riservati alle donne anche negli altri Centri per l’Impiego della provincia.

Secondo i dati del sistema Facile (gestione on-line della domanda e dell’offerta di lavoro) dal gennaio 2005 a marzo2006, quattro Centri per l’Impiego della Provincia di Teramo si è registrato un aumento considerevole del ricorso all’assunzione a tempo determinato: su 24245 contratti al femminile ben 18826 (78%) sono a tempo determinato, mentre 5419 (22%) a tempo indeterminato.

In particolare, nel periodo in esame sono stati stipulati 24245 contratti che riguardano le donne, mentre il numero dei contratti cessati è di 23546, con una differenza di 699 unità, pari al 2,7%. "Nonostante la crisi strutturale di alcuni settori, il tessile soprattutto" – ha affermato Paolo Basilico, assessore provinciale al Lavoro – "registriamo nei primi mesi del 2006 un positivo dinamismo per quanto riguarda l’occupazione femminile. La maggior parte dei nuovi contratti, tuttavia, è a tempo determinato, e registriamo, da questo punto di vista, una differenza ancora troppo marcata tra le donne e gli uomini, la cui percentuale di assunti a tempo indeterminato è quasi del 40%. Dobbiamo capire in quali nuovi settori si sta dirigendo l’occupazione femminile, e a questo proposito gli incontri con le aziende, attraverso il progetto Kit-Impresa, ci stanno aiutando a definire un quadro più composito del panorama economico provinciale".

Complessivamente, negli ultimi 14 mesi, ci sono state 51516 assunzioni, 27271 riguardano gli uomini. In questo caso è maggiore, rispetto alle donne, la percentuale dei contratti a tempo indeterminato: 8341 pari al 38%, mentre quelli avviati a tempo determinato sono stati 18930, pari al 62%. Sono gli uomini, inoltre, ad essere più utilizzati dalle agenzie interinali. Su 3091 avviate al lavoro, solo 1137, pari al 31%, sono donne. Sono le donne, infine, ad usufruire soprattutto del part-time. Su 2996 contratti stipulati nel periodo in esame, 2184 (73%) hanno interessato le donne.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)