Oltre 8.300 tonnellate di generi alimentari sono state raccolte sabato 25 novembre durante la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. 200 tonnellate in più rispetto allo scorso anno. "La carità – ha detto Don Mauro Inzoli, presidente della Fondazione Banco Alimentare onlus – si fa strada nel nostro popolo anche in momenti di particolare difficoltà e di sacrifici preannunciati. La gente del popolo radicata nella cultura cristiana non resta indifferente all’attesa dei più poveri e compie un gesto concreto di carità cristiana facendo la spesa anche per loro. Finché ci saranno uomini e donne educati a vivere nella gratuità e nella condivisione c’è speranza per tutti".

La Fondazione Banco si occupa di raccogliere le eccedenze alimentari e le ridistribuisce ad Enti ed iniziative che, in Italia, si occupano di assistenza e di aiuto ai poveri ed agli emarginati. Nella giornata di sabato 25 in oltre 6000 supermercati più di 100.000 volontari hanno invitato le persone a donare alimenti non deperibili che saranno distribuiti a oltre 1.280.000 indigenti attraverso gli oltre 7700 enti convenzionati con la rete Banco Alimentare.

La Fondazione rende inoltre noto che, per sostenere gli ingenti costi di logistica e trasporti per la consegna degli alimenti parte ora una campagna di raccolta fondi dal titolo "La fame giustifica i mezzi". Chi volesse dare un aiuto può farlo, fino a giovedì 14 dicembre, inviando un SMS del valore di 1 euro al numero 48583 da cellulari TIM, Vodafone e Wind e di 2 euro da Telecom rete fissa, oppure facendo una donazione sul c/c di Banca Intesa n.1010/54 ABI 03069 CAB 09533. Per ulteriori informazioni telefonate allo 02.67.100.410 o visitate il sito www.bancoalimentare.it

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)