Al via un progetto per la trasparenza gestionale e la promozione delle donazione del 5 per mille per tutte le organizzazioni di volontariato. Il progetto si chiama "B.I.V.I.O. – Per la valorizzazione del non profit dei territori", ed è promosso dall’Istituto Italiano della Donazione (IID) e CSVnet, il Coordinamento Nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato (CSV).

Attraverso questa iniziativa, informa una nota stampa, " le organizzazioni di volontariato più piccole (con entrate annue inferiori a 300.000 euro), con il supporto e la consulenza dei 72 CSV soci di CSVnet presenti sul territorio nazionale, potranno richiedere un marchio di segnalazione, realizzato ad hoc, ed essere inserite in un archivio presente sul sito IID e a disposizione di tutti i cittadini che, ad esempio, vogliano informazioni per decidere a chi destinare il proprio 5 per mille o abbiano bisogno di individuare nel proprio territorio associazioni che svolgano specifiche attività e rispettino determinati principi di ‘trasparenza’".

Soddisfatti i promotori. "Il Progetto B.I.V.I.O. – ha commentato Marco Granelli, presidente di CSVnet – rappresenta un’opportunità per tutte le organizzazioni di volontariato che hanno bisogno di visibilità e di instaurare un rapporto duraturo con i propri donatori, puntando sulla trasparenza e l’affidabilità delle risorse impiegate nei progetti e nelle attività a servizio dei cittadini".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)