Nasce ‘La banca del cioccolato’, un progetto con finalità sociale che vede coinvolti tutti coloro (artigiani e aziende industriali) che desiderano dare un po’ di ‘dolcezza’ a chi ne ha particolare bisogno, come bambini negli ospedali, anziani nelle case di riposo o disabili in centri specializzati. L’idea è frutto di una partnership tra Rimini Fiera e ‘Chococlub’, promotore di una rete di iniziative incentrate sul cioccolato di qualità (congressi scientifici, eventi e centinaia di degustazioni che ogni anno vedono la partecipazione di oltre 100 mila persone), e verrà presentata al Sigep, il Salone internazionale della gelateria, pasticceria e panificazione artigianali in programma nel quartiere fieristico della città romagnola dal 21 al 25 gennaio.

Un obiettivo da raggiungere, in questo caso, con la gestione delle eccedenze alimentari che può essere originata, ad esempio, da difetti di packaging, esposizione e ritiro da fiera, ritiri stagionali, approssimarsi della data di scadenza, promozioni con mancato utilizzo di tutto il prodotto. Questi prodotti perdono il loro normale valore commerciale, ma non la loro bontà, e sono tuttavia destinati allo smaltimento. Tramite la ‘Banca del cioccolato’ possono invece trovare un ottimo utilizzo.

Al Sigep gli espositori del settore potranno dare il loro contributo conferendo il prodotto cioccolato portato in fiera per esposizione, lavorazione o degustazione e che non intendono riportare in azienda. Tutte le aziende che nel corso del salone vorranno donare i prodotti in eccedenza, potranno mettersi in contatto con ‘Chococlub’; il prodotto sarà stoccato in un magazzino idoneo e distribuito secondo le finalità del progetto. La consegna degli alimenti avverrà allo stand di ‘Chococlub’, mercoledì 25 gennaio dalle 12 alle 17. Partecipano al progetto anche il Comune di Diano d’Alba (Cuneo) e l’azienda Hymer-Fiat.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)