L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha oggi annunciato, nel corso di una conferenza stampa a Roma il taglio della tariffa che incassano gli operatori mobili quando un cliente riceve una chiamata da un telefono fisso. Sono previsti tagli anche per le chiamate da mobile a mobile. Saranno però gli operatori a decidere se e come riversarla sulle tariffe finali. "Con queste riduzioni – ha affermato Corrado Calabrò, presidente dell’Authority – l’Italia si allinea alla media europea, dove la terminazione è a 12,15-12,30 centesimi circa. Il risparmio in bolletta sarà di circa 400milioni di euro l’anno".

"Si tratta comunque di un provvedimento cautelare e provvisorio in attesa che venga completata l’indagine di mercato vera e propria, ha aggiunto Calabrò il quale ha sottolineato come "in un mercato così concorrenziale è difficile che gli operatori facciano cassa di costi più bassi, invece di riversarli sulle tariffe". "L’Autorità – ha assicurato il commissario Stefano Mannoni – vigilerà perché non sussistano accordi di cartello tra gli operatori che verrebbero segnalati all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato".


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)