L’Autorità Garante della concorrenza e del mercato ha rinviato al 14 dicembre 2006 il termineper la chiusura dell’istruttoria nei confronti di Tim, Vodafone Omnitel, Wind, fissato originariamente al 28 aprile 2006. La delibera, inoltre, amplia l’oggetto dell’istruttoria, che era stata avviata il 23 febbraio 2005 per presunta violazione degli articoli 81 e 82 (intesa e abuso di posizione dominante) del Trattato Ce, dopo le denunce di Tele2, Trans World Communication, Startel International e ReteItaly.

Alla luce di nuovi elementi emersi nel corso del lavoro istruttorio, infatti, l’Antitrust ha evidenziato "talune circostanze di fatto non conosciute prima dell’avvio dello stesso, consistenti nel rifiuto simultaneo da parte di Tim, Vodafone e Wind di rinegoziare le condizioni economiche dei contratti di roaming con Elsacom", che "appaiono costituire forme di accesso alle reti Gsm analoghe a quelle richieste da un operatore virtuale mobile". Il comportamento assunto nei confronti di Elsacom, dunque, potrebbe costituire un’ulteriore violazione del divieto di abuso di posizione dominante.

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)