L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha rinviato a fine mese la decisione sulla riduzionedelle tariffe del vecchio servizio 12. Ad annunciarlo è la Commissione infrastrutture e reti, che doveva prendere una decisione oggi, dopo le proteste dei consumatori per i costi considerati troppo elevati.

L’Autorità, infatti, aveva avviato un’indagine per verificare l’effettiva concorrenza del servizio e le condizioni di offerta, al fine di procedere a una riduzione del prezzo massimo almeno del 35%.

Il Movimento Difesa del Cittadino (MDC), che aveva chiesto da tempo all’Autorità l’abbassamento del tetto massimo delle tariffe e un’indagine sui costi di interconnessione fatti pagare dalla Telecom e dagli operatori di telefonia mobile alle varie società che gestiscono i servizi ex-12, ha manifestato la sua perplessità in relazione a questa decisione dell’Autorità.

"È un dato di fatto – dichiara Francesco Luongo, responsabile del Dipartimento TLC del Movimento Difesa del Cittadino (MDC) – che i consumatori si stiano allontanando da questi servizi telefonici informativi, giudicati troppo costosi".


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)