Il Consiglio di Stato conferma, ma riduce oggi la multa inflitta da Antitrust a Telecom Italia a 115 milioni dai precedenti 152 milioni. Lo si legge nel dispositivo emesso oggi a valere sul ricorso presentato dall’Antitrust e da alcune società concorrenti contro una precedente sentenza del Tar del Lazio che condannava la compagnia di telefonia al pagamento della somma per abuso di posizione dominante. Nel provvedimento si legge che il Consiglio di Stato accoglie in parte l’appello di Albacom e Agcm e "per l’effetto quantifica le sanzioni pecuniarie di Telecom Italia in complessivi 115 mln di euro". Il Consiglio di stato si è pronunciato oggi sulla sentenza del Tar che aveva annullato la multa a Telecom Italia.

"La multa é una vittoria per i consumatori italiani". E’ quanto afferma in una nota il Codacons, che ricorda l’intervento del presidente Carlo Rienzi "nell’infuocata udienza di venerdì dinanzi al Consiglio di Stato, difendendo la multa dell’Antitrust e chiedendo ai giudici di punire la compagnia telefonica". Gli utenti, aggiunge l’associazione dei consumatori, "non ne possono più delle prevaricazioni di Telecom, di condizioni vincolanti e di tariffe eccessivamente elevate. Auspichiamo che adesso questi 115 milioni di euro vengano restituiti agli utenti così come prevede la norma secondo cui le multe inflitte dall’Antitrust devono essere utilizzate a favore dei consumatori".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)