È stato firmato il decreto sulla disciplina dei servizi di telecomunicazione a sovrapprezzo, grazie al via libera definitivo delle commissioni Lavori pubblici del Senato e Trasporti e Comunicazioni della Camera, a seguito del parere favorevole della Commissione Europea e dell’Authority delle Comunicazioni. Il decreto prevede nuove regole che serviranno a limitare la diffusione di superbollettee a garantire la trasparenza dei nuovi servizi in rete. In particolare, un importo massimo fatturabile in bolletta di 12,50 euro per ogni comunicazione, chiarezza nelle informazioni e il consenso espresso dell’utente prima dell’erogazione del servizio.

Secondo il ministro delle comunicazioni Mario Landolfi "da oggi possiamo dire ai cittadini che chiamare i numeri con servizi a sovrapprezzo non comporta rischi. Dopo dieci anni dalla precedente normativa – continua Landolfi – il nostro Paese si è dotato di un sistema oderno che consente di disciplinare l’intero settore".

"Con questo provvedimento – spiega infine il Ministro – sarà impossibile il verificarsi del fenomeno della "configurazione automatica del dialer" che trasportava il navigatore, senza che questi se ne accorgesse, su una connessione a sovrapprezzo".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)