La Camera di Commercio di Torino, i Comuni di Chiomonte e di Moncalieri, il Parco Regionale della Mandria, dell’Environment Park di Torino e il Festival CinemAmbiente hanno aderito, questa mattina, al protocollo di intesa per gli acquisti pubblici ecologici. L’iniziativa è promossa dalla Provincia di Torino e dall’Arpa (agenzia regionale promozione ambiente) Piemonte e vede i sottoscrittori impegnati ad utilizzare criteri ecologici nell’acquisto di beni e servizi per i propri uffici quali autoveicoli, mobili, attrezzature informatiche, carta per fotocopie e pubblicazioni, meeting di lavoro.

Il protocollo è attualmente al primo anno di attuazione: ad oggi il volume degli acquisti "verdi" effettuati è stato di 4,5 milioni di euro, pari al 50% della spesa totale per i beni e i servizi suddetti. Autoveicoli e computer sono i prodotti che più hanno contribuito a raggiungere tale cifra, nella misura, rispettivamente, del 45 e del 44%. Gli acquisti di carta rappresentano l’8% del totale.

"I prodotti ecosostenibili hanno un impatto ambientale decisamente minore – ha affermato l’assessore provinciale allo Sviluppo Sostenibile e alla Pianificazione ambientale, Angela Massaggia – "A questa riduzione le amministrazioni pubbliche possono contribuire in maniera consistente: le loro spese per gli approvvigionamenti sono in media il 12% del PIL e passare ai prodotti "verdi" significa sostenere lo sviluppo ecocompatibile in modo massiccio".


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)