In una lettera indirizzata all’Enac il Presidente dell’Adoc Carlo Pileri ha scritto: "Considerato che il passeggero non ha altro modo di salvaguardare la propria incolumità se non informandosi preventivamente, chiediamo all’Ente nazionale per l’aviazione civile di modificare significativamente la carta dei servizi del passeggero, segnalando la data dell’ultima verifica effettuata sull’aereo che ci si appresta a prendere, informazioni sulla quantità e qualità del carburante e ogni altra indicazione cui potersi appellare in caso di problemi, con relative responsabilità chiare da non poter fuggire per quanto riguarda il personale di terra e di volo".

Inoltre, l’Adoc ha chiesto l’apertura di un tavolo che ponga le basi per una efficace e intelligente prevenzione. "La sensazione che si ha in queste circostanze – ha spiegato ancora Pileri – che non si sia fatto abbastanza in termini di prevenzione. Chiediamo di sederci ad un tavolo per riprendere il confronto su tutta una serie di misure finalizzate al miglioramento di questo aspetto: controlli efficaci a sorpresa, valorizzazione delle compagnie che pi investono in sicurezza e che effettuano controlli più frequenti ed adeguati, diffusione obbligatoria periodica per le compagnie di una lista che comprenda tutta la propria flotta con segnalazione di tutti gli interventi manutentivi effettuati, verifiche periodiche dell’efficienza del personale di terra e di volo. Crediamo si debba iniziare a lavorare in questo senso, senza perdere ulteriore tempo e dandone una comunicazione all’esterno chiara e trasparente".


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)