Sviluppo per gli aeroporti regionali e maggiore mobilità in Europa. Sono questi gli obiettivi che la Commissione Europea intende raggiungere per mezzo degli orientamenti appena adottati. Dopo un’ampia consultazione pubblica, Bruxelles ha definito con precisione le condizioni per la concessione di aiuti alle compagnie aeree che intendono avviare attività su nuove linee in partenza da aeroporti regionali. Le regole garantiscono la parità di trattamento tra aeroporti pubblici e privati, evitano che le compagnie beneficiarie degli aiuti siano eccessivamente favorite rispetto alle concorrenti e offrono indicazioni agli aeroporti e agli Stati membri sull’erogazione di finanziamenti pubblici.

Come ha spiegato il vicepresidente della Commissione Jacques Barrot, responsabile dei trasporti, "le nuove regole offrono agli aeroporti regionali le certezza giuridica necessaria per il loro sviluppo e per quanto riguarda i rapporti con le compagnie aeree e i poteri pubblici". L’esecutivo intende quindi incentivare la concorrenza e garantire un trattamento paritario a tutti gli operatori in un contesto economico in cui, soprattutto dopo la comparsa delle low-cost, molti aeroporti si sono attivati per convincere le compagnie ad aprire nuove rotte.
In base alle nuove regole, un aeroporto può concedere finanziamenti a una compagnia solo se servono a coprire – entro il limite del 30-50% – i costi aggiuntivi connessi all’apertura della nuova rotta che, nel tempo, dovrà dimostrarsi economicamente redditizia. Gli aiuti devono ridursi gradualmente e avere una durata massima di 3 anni (5 anni se si tratta di regioni svantaggiate o periferiche). Gli aeroporti interessati in via prioritaria saranno quelli con un traffico interno inferiore a 5 milioni di passeggeri.

Essendo gli aeroporti sono ormai considerati come vere e proprie attività economiche, i nuovi orientamenti forniscono chiarimenti anche sui finanziamenti pubblici a essi destinati, con particolare riguardo per gli investimenti nelle infrastrutture aeroportuali. Gli orientamenti definiscono le modalità di applicazione delle regole della concorrenza all’attività economica degli aeroporti, tenendo conto delle eventuali funzioni di interesse generale che essi svolgono.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)