Una situazione preoccupante nel comparto di trasporto persone di Fs, continui disagi e ripercussioni soprattutto sui cittadini che hanno scelto di viaggiare in treno durante il ponte di Ognissanti. Questo il quadro a tinte fosche sul mondo Trenitalia che Franco Raffaldini, deputato dei Ds, ha fatto in un’interrogazione rivolta al ministro dei Trasporti Pietro Lunardi.

Nell’atto di sindacato ispettivo il parlamentare del centro-sinistra ha ricordato come, proprio durante l’ultima festività,, gli intercity e le carrozze sono stati ridotti e che 20 convogli, a partire da quelli a lunga percorrenza che collegavano le città del Nord con quelle del Sud, sono stati soppressi. Il tutto – ha evidenziato il parlamentare – è avvenuto senza la minima informazione per i passeggeri "trattati come cose, quasi fossero dei bagagli".

I clienti delle ferrovie infatti si sono trovati senza preavviso privi di treno, di cuccette e con la sola scelta di non partire oppure di poter essere trasportati su pullman con evidenti disagi per percorrenze lunghe. Sullo stesso argomento è stata presentata un’interrogazione anche da parte del deputato dell’Udc Francesco Paolo Lucchese. Il parlamentare centrista si è soffermato in particolare sui disagi causati dalla mancanza di condizioni igieniche dei vagoni, con la segnalazione della presenza di topi, l’impossibilità di servirsi delle toilettes e del cattivo funzionamento degli impianti di aria condizionata. Lucchese ha quindi chiesto la rescissione dei contratti ancora in corso e la selezione di ditte di pulizia in grado di garantire servizi più efficienti, metodici ed accurati.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)