"Chiudere la stalla quando i buoi sono fuggiti". Per Primo Mastrantoni, segretario dell’Audc sembra questa la politica dell’Enac, l’ente nazionale per l’aviazione civile. "Ritardi nei voli e nella consegna dei bagagli (in e out) – fa notare Mastrantoni – file interminabili, valigie perse e danneggiate, mancanza di informazioni, errori sugli schermi, ecc., sono i tratti caratteristici della partenza e del ritorno dalle vacanze degli italiani".

"Disservizi da attribuire in prima istanza alle compagnie aeree e alle società di servizi aeroportuali ma anche a chi dovrebbe controllare le une e le altre, cioè l’Enac – sottolinea il segretario dell’associazione – Non si possono aspettare gli eventi negativi per intervenire ma occorre effettuare un monitoraggio costante, 365 giorni l’anno e in particolare durante i periodi critici, affinche’ ai viaggiatori sia garantito un servizio adeguato. Se i responsabili dell’Enac non sono in grado di assicurare i controlli e’ bene che vadano a casa".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)