"Gli aumenti reali dei pedaggi autostradali, in alcune tratte d’Italia, variano dal 10 al 20%". Lo afferma Federconsumatori a seguito delle numerose denunce di cittadini giunte all’associazione a poche settimane dai ripetuti blocchi per la neve, dopo gli aumenti dei pedaggi che hanno subito un ritocco medio dichiarato di circa il 2.4%.

"Gli aumenti del 2.4% – afferma Federconsumatori – erano già vergognosi e immotivati, considerando che gli investimenti, cui le concessionarie erano tenute per obblighi contrattuali, sono stati in larga misura rinviati. L’eventuale aggravio che superasse la media dichiarata, configurerebbe una vera e propria truffa ai danni degli utenti".

Per questi motivi l’associazione chiede in una nota alla società Autostrade "l’elenco dettagliato contenente le variazioni tariffarie delle singole tratte autostradali. Una volta ottenuta risposta, valuteremo il tipo di iniziative a tutela degli interessi degli utenti, contro le eventuali malversazioni subite".


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

 

Parliamone ;-)