Cambiano le regole di accesso ai treni regionali pugliesi, si rafforza l’impegno di Trenitalia contro l’evasione tariffaria. Da oggi, chi sale su un treno regionale della Regione Puglia senza biglietto potrà ancora mettersi in regola, senza incorrere in sanzioni. Dovrà però avvisare subito il capotreno, all’atto della salita, e acquistare a bordo il biglietto pagando la tariffa intera più un sovrapprezzo di 5 euro. Tale maggiorazione non è dovuta se il viaggiatore è in partenza da una stazione sprovvista permanentemente sia di biglietteria, sia di emettitrici self-service o punti vendita alternativi. Pene severe invece per chi in corso di viaggio o all’arrivo risulti essere sprovvisto del biglietto, o ne esibisca uno scaduto di validità. In questo caso sarà soggetto al pagamento del prezzo intero più una sanzione amministrativa di 100 €, ridotta a 50 € se il pagamento avviene entro i trenta giorni successivi a quello della contestazione o della sua notifica. La sanzione salirà a 200 €, più il prezzo del biglietto a tariffa intera, nel caso il viaggiatore esibisca biglietti alterati o contraffatti.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)