Nuova e più semplice procedura per i pendolari per ottenere il bonus per i ritardi e le soppressioni dei treni. La Regione Lombardia e Trenitalia hanno concordato infatti nuove modalità che consentono, a partire da marzo, di ottenere lo sconto automaticamente sugli abbonamenti.Oggi è necessario richiedere il bonus per gli abbonamenti mensili a tariffa regionale compilando un modulo da consegnare alla biglietteria o al punto vendita e allegando l’abbonamento mensile relativo alla direttrice a cui in quel mese è stato assegnato il riconoscimento dell’indennizzo.

Per gli abbonamenti mensili a tariffa regionale validi dal primo marzo e per i mesi successivi sarà invece sufficiente recarsi in biglietteria o presso i principali punti vendita per ottenere automaticamente lo sconto del 20%, senza compilare moduli né allegare il vecchio abbonamento. Dal giorno 22 di ogni mese sarà così possibile acquistare l’abbonamento scontato, valido esclusivamente per il mese successivo.
Ad esempio, nel caso in cui la direttrice abbia maturato il diritto al bonus nel mese di dicembre 2005, sarà possibile recarsi in biglietteria dal giorno 22 febbraio 2006 per acquistare l’abbonamento scontato valido esclusivamente per il mese di marzo. Restano invariate le modalità previste per il rimborso degli abbonamenti annuali.

Il bonus viene rilasciato sulla base dell’indice di affidabilità, che è l’indicatore calcolato di mese in mese, per ogni direttrice, valutando i ritardi e le soppressioni dei treni.
Qualora l’indice superi una soglia prefissata, sulle direttrici individuate viene riconosciuto il diritto all’indennizzo. Dal primo gennaio 2006 il diritto al bonus scatta quando viene superato il valore-soglia del 5,50%. L’indice, che prima era stato fissato al 5,75%, è stato infatti ulteriormente abbassato e questo non può che rafforzare l’impegno di Trenitalia per il miglioramento del servizio.

 

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)