Si è svolto questa mattina, ospitato da Unioncamere, un confronto tra Angelo Maria Circolani (Forza Italia) e Cesare De Piccoli (Democratici di Sinistra) sul tema dei trasporti e della logistica. L’occasione è stata la presentazione al pubblico di una nuova iniziativa editoriale targata Editori per la Finanza, Monthly Logistics, nato per offrire un luogo di incontro, di discussione, di approfondimento per gli operatori del settore e per gli utenti.

Condivisa da entrambi gli schieramenti il ruolo fondamentale della logistica per la crescita economica, e non solo, del Paese: la logistica – sostengono i due esponenti politici – è condizione indispensabile per crescere non solo economicamente ma anche culturalmente perché senza una cultura della mobilità il Paese rischia di fermarsi".

Ma quando Oscar Giannino, direttore di Finanza & Mercati, invita i due esponenti ad esprimersi sul lavoro svolto dalla legislatura "uscente", le opinioni divergono. De Piccoli sostiene che la scorsa è stata una legislazione sprecata durante la quale i cittadini e le imprese italiani si sono confrontati con una rete infrastrutturale satura, inadeguata e pesantemente sbilanciata a favore del trasporto su gomma, con servizi insufficienti a soddisfare le esigenze di mobilità delle persone e delle merci. Completamente all’opposto il giudizio di Circolani che elenca i risultati raggiunti fino ad oggi: inizio dei lavori del MOSE a Venezia; la variante di valico; completamento di alcuni tratti del corridoio 5; avvio dei lavori della Verona-Milano e della Verona-Padova; inizio dei lavori della passante di Mestre. Inoltre l’esponente di Forza Italia ricorda le riforme introdotte durante la legislatura, ovvero la riforma dell’autotrasporto, del trasporto aereo, della legge sulla finanza di progetto che ha consentito l’avvio del trasporto intermodale nel nostro Paese.

Anche sulle prospettive di sviluppo non ‘è accordo: se da un lato Circolani auspica di continuare il "lavoro fin qui svolto", dall’altro De Piccoli indica le priorità del prossimo governo nell’investimento sulle aree portuali e retroportuali; nell’integrazione con le grandi reti europee; nel rifinanziamento degli incentivi per l’intermodalità; nello sviluppo delle reti metropolitane e nel potenziamento del trasporto pubblico locale collettivo.

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)