A marzo l’indice di puntualità dei convogli di Trenitalia nella Regione Lombardia ha raggiunto l’89%, quattro punti in più rispetto allo stesso mese dell’anno scorso e addirittura 16 in più rispetto al risultato di dicembre 2005. E’ quanto si legge in una nota della Regione a seguito dell’incontro tra Regione e Ferrovie dello Stato, dal presidente della Regione, Roberto Formigoni, affiancato dall’assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Alessandro Moneta, e dal sottosegretario Raffaele Cattaneo, e dal presidente e amministratore delegato del gruppo FS, Elio Catania, affiancato dall’amministratore delegato di Trenitalia, Roberto Testore.

Miglioramenti – prosegue la nota – anche per quanto riguarda il numero dei guasti ai locomotori (238 casi rispetto all’obiettivo di 250), la manutenzione e la pulizia straordinaria delle carrozze (154 già "restaurate" su 500), grazie all’introduzione del doppio turno di lavoro sette giorni su sette in vigore nelle officine dal 14 marzo. "Registriamo miglioramenti significativi – ha detto Formigoni – che non ci lasciano ancora soddisfatti ma che ci fanno ben sperare per il futuro. L’obiettivo che ci siamo fissati è che la puntualità dei treni non scenda nei prossimi mesi sotto la soglia dell’89% ma anzi tendenzialmente salga".

Formigoni ha anche reso noto che sono già entrati in funzione 64 dei 78 nuovi locomotori previsti dall’accordo con le Ferrovie e che a partire da luglio entreranno in servizio anche i cinque nuovissimi convogli "Vivalto" (treni a doppio piano).


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)