Tra le novità annunciate ieri durante la riunione con i rappresentanti dell’ENAC ritroviamo il Regolamento CE 2111/2005 GUCE L 344 27.12.2005 in cui l’Europa, a partire da marzo 2006, avrà una sola lista nera per le compagnie aeree a rischio. L’elenco comunitario, atteso per il prossimo 16 marzo 2006 , impegna la Commissione ad esaminare gli attuali divieti operativi concordati dagli Stati membri. La nuova "lista nera Comunitaria" sarà costantemente aggiornata secondo criteri e procedure comuni. Tuttavia, in caso di urgenza, ciascuno Stato potrà comunque imporre un proprio divieto interno operativo immediato. Per garantire ai passeggeri un effettivo livello di sicurezza, i divieti operativi verranno estesi alle compagnie aeree che, pur essendo in regola, dovessero noleggiare i velivoli di altre compagnie interdette.

L’elenco comunitario è pubblicato periodicamente sulla Gazzetta Ufficiale della Comunità europea e reso disponibile presso gli aeroporti, gli operatori commerciali e i siti internet delle compagnie aeree. L’attuale regolamento affronta anche la necessità di rendere più trasparenti i contratti di viaggio. Dal prossimo 16 luglio 2006, all’atto della prenotazione, i viaggiatori avranno il diritto di essere informati quanto meno sulla identità probabile del vettore aereo effettivo. Il contraente del trasporto aereo (la stessa compagnia aerea, un tour operator o un intermediario che opera come venditore di biglietti) dovrà comunque comunicare ai propri clienti i dati definitivi non appena disponibili. Ogni ulteriore variazione di identità dei vettori sarà comunicata al momento del check-in o, nel caso di coincidenze, prima dell’imbarco.

La normativa sulla trasparenza si applica indipendentemente dal fatto che il volo sia o no un volo di linea o che faccia parte o meno di un servizio "tutto compreso". I contratti di viaggio interessati sono quelli i cui voli hanno origine negli Stati della Comunità europea cui si applica il Trattato. Come tali, riguardano anche i voli di rientro da paesi terzi e i voli ulteriori tra scali interni di paesi Terzi. Inoltre dal 16 gennaio 2007 verranno applicate le sanzioni riguardanti il mancato rispetto delle regole sancite dagli stati europei. Clicca qui per consultare il Regolamento CE 2111/2005 GUCE L 344 27.12.2005.

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)