Parte da Genova la proposta di creare a livello europeo una "Carta dei diritti e doveri del turista". A lanciarla è stata la parlamentare europea Marta Vincenzi, in occasione della presentazione del secondo Quaderno di E.L.M., l’associazione Europa Liguria Mediterraneo. Nel libro sono trattate le politiche dell’accoglienza da Budapest e Malta fino a Sestri Levante, dove si sono svolti vari forum che hanno messo a fuoco le potenzialità turistiche del territorio ligure, del nord-ovest d’Italia e dei nuovi poli europei, dopo l’allargamento dell’Ue a 25 Paesi.

"Si tratta di una sorta di Statuto ufficiale – ha spiegato l’onorevole Vincenzi – che contenga non solo i diritti, ma anche i doveri del turista europeo, in modo da coinvolgerlo pienamente con la nostra terra anche per evitare quel ‘mordi e fuggi’ che talvolta danneggia l’ambiente e non valorizza la cultura". "Credo infatti – ha aggiunto – in un nuovo modo di concepire il turismo: etico e d’eccellenza".

L’onorevole ha poi sottolineato: "Per finanziare l’idea della Carta, basterebbe un piccolo finanziamento da parte dell’Unione europea che per il 2006 ha stanziato un milione di euro destinati alla creazione di progetti d’eccellenza". Nel Quaderno presentato oggi, con prefazione di Walter Veltroni, sono contenute tutte le riflessioni e le idee emerse da un convegno tenutosi a Sestri Levante.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)