Destinazione, durata, data di inizio e fine del viaggio, prezzo, modalità di revisione, termini di pagamento, mezzi di trasporto, data, ora e luogo di partenza, tipo di sistemazione, condizioni conseguenti all’annullamento del viaggio o del contratto. Questi tutti gli elementi che ogni contratto di vendita di un pacchetto turistico deve contenere, come previsto dal decreto legislativo 111/95, che attua la direttiva europea 90/314. La raccomandazione al controllo del rispetto del decreto arriva da Fiavet, Federazione degli agenti di viaggio che in questi giorni lancia nuovamente – dopo il successo dell’anno scorso – il depliant "Le Regole d’oro dei turisti".

Nell’opuscolo è contenuto un quadro sintetico e preciso dei diritti e degli obblighi che nascono con la stipula del contratto di viaggio, per evitare il ricorso ad azioni legali al ritorno da una vacanza mal organizzata. All’interno del depliant sono presenti anche tante informazioni utili, come la possibilità di accedere al Fondo di Garanzia, gestito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri in caso di insolvenza o fallimento dell’organizzatore o del venditore del pacchetto. Inoltre la Presidenza del Consiglio interviene per il rientro forzato da Paesi extracomunitari in caso di emergenze.

Fiavet consiglia ai turisti di prestare maggiore attenzione al momento dell’acquisto di un pacchetto turistico tramite Internet e suggerisce di stampare le pagine web contenenti il prodotto o l’offerta e le condizioni del contratto, per scoprire eventuali clausole vessatorie; controllare l’indicazione della sede dell’agenzia e gli estremi dell’autorizzazione, per evitare operatori non abilitati e vere e proprie truffe. "Le Regole d’oro dei turisti" è distribuito gratuitamente presso tutte le agenzie di viaggio aderenti alla Fiavet e presso le sedi di Federconsumatori.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)