La catastrofe naturale che ha sconvolto l’anno passato il Sud est asiatico e l’attentato che, quest’estate, ha colpito una delle località egiziane più frequentate dai turisti hanno influito sulle abitudini vacanziere degli italiani. A chi ha deciso di partire lo stesso per una meta esotica o anche solo per un week end in una delle numerose località turistiche del nostro paese, Federconsumatori suggerisce alcuni consigli:

  • Chi ha scelto di prenotare un soggiorno in hotel deve sapere che l’albergatore è obbligato a ricevere il denaro che il cliente voglia lasciare in cassaforte: in ogni caso, il titolare dell’albergo risponde dei furti che il cliente subisce, senza alcun limite nel caso in cui i beni o il denaro sottratti gli siano stati consegnati o la perdita sia imputabile ad esso od ai suoi dipendenti, mentre il risarcimento non potrà superare una somma pari a 100 volte il valore della camera se gli oggetti sottratti o distrutti non sono stati consegnati ma lasciati in stanza;
  • Se scegliete di passare le feste in un campeggio ricordate che tra gli obblighi del gestore è compresa anche la custodia continua nel complesso ed l’obbligo di assicurazione per i rischi di responsabilità civile nei confronti del cliente. Il campeggiatore ha il diritto di ottenere il risarcimento del danno in caso di furto, essendo la figura del gestore del campeggio equiparata a quella dell’albergatore;
  • Se ritenete che le caratteristiche della struttura ricettiva da voi scelta non corrispondano a quanto denunciato o se, per esempio, riscontrate barriere architettoniche quando in realtà la struttura era stata segnalata come accessibile ai disabili, avete il diritto di segnalare il disservizio alle autorità competenti, chiedendo anche un risarcimento;
  • Se decidete di pranzare in un ristorante avete il diritto di sapere in anticipo quanto spenderete e, per tutelare tale diritto, è previsto che gli esercizi pubblici espongano un listino prezzi indicando le varie voci di spesa, compreso il coperto. Per l eventuale smarrimento o furto di oggetti presso il ristorante, il gestore è responsabile di quanto avviene all’interno del locale. Lo stesso vale se un cameriere danneggia o sporca un capo di abbigliamento;
  • Se avete scelto un ‘viaggio tutto compreso’ sappiate che, nel caso fossero occorsi inconvenienti o aveste subiti disservizi, per avere diritto ad un risarcimento dovete comunque inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno, rispettando il termine tassativo di dieci giorni lavorativi dalla data del rientro, indirizzandola al Tour Operator, organizzatore del viaggio, e all’agenzia presso cui il viaggio è stato acquistato;
  • Infine, chi utilizza l’aereo deve tenere presente che il 17 febbraio scorso è entrato in vigore il nuovo regolamento sull’overbooking. Pertanto, in caso di troppe prenotazioni che costringano qualcuno a non partire, o in caso di cancellazione del volo, questi ha sempre diritto ad un risarcimento proporzionale alla lunghezza del percorso. Inoltre il passeggero, anche in caso di ritardo superiore alle due ore, ha diritto di ricevere vitto e alloggio dalla compagnia per il tempo di attesa prima di ripartire immediatamente o in altra data per lui opportuna o in alternativa, il passeggero può ottenere il rimborso della parte di percorso non goduta per partire con altra compagnia.

Per qualsiasi informazione ci si può rivolgere, anche telefonicamente (059/2032557), al Servizio SOS TURISTA – Sportello Tutela Diritti del Turista dal lunedì a sabato dalle 09.00 alle 13.00 e da lunedì a venerdì dalle 15.00 alle 18.00, fax 059/2032659 e-mail info@sosvacanze.it

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)