Pronti a partire per l’Europa, ma anche per mete lontane, determinati al relax più lussuoso tra le palme di qualche località esotica per una vacanza «high style» ma al tempo stesso «low cost». Per i viaggiatori di fine anno il conto alla rovescia è iniziato e nonostante la crisi economica saranno oltre mezzo milione di romani a fare la valigia. Le destinazioni preferite da coloro che varcheranno i confini nazionali sono soprattutto le Capitali europee e le stazioni sciistiche austriache, francesi e svizzere, ma anche molte mete mete esotiche, scelte soprattutto da quanti possono permettersi vacanze più lunghe. Circa il 10 per cento dei cittadini brinderà al nuovo anno in vacanza ed un altro 5 per cento partirà in periodi diversi tra il 22 dicembre e il 6 gennaio.Secondo l’ufficio comunale per la Tutela dei Consumatori del Comune di Roma presieduto dall’avvocato Sergio Scicchitano tra i romani che hanno deciso di partire è in aumento il numero di persone che trascorreranno le vacanze di fine anno all’estero, circa il 6 per cento in più rispetto allo scorso anno. I romani continuano a tirare la cinghia e risparmiano quasi su tutto, ma è in aumento il numero di coloro che hanno deciso di dedicare un pezzetto di tredicesima in più ai viaggi. Per chi partirà, la vacanza durerà in media dai tre ai sette giorni, soggiornando per lo più in albergo o pensione.

Le grandi città sono quelle che hanno i maggiori movimenti. Tra le mete preferite ovviamente anche le località montane viste le abbondanti nevicate e le buone promozioni fatte da molti tour operator. Mentre invece sono in calo i viaggi con destinazione Usa a seguito dell’obbligo anche per i viaggiatori italiani del passaporto biometrico a lettura ottica con fotografia digitale o del visto rilasciato dal consolato americano per l’ingresso negli Stati Uniti.Le prenotazioni nelle agenzie di viaggi conferma la tendenza all’acquisto di pacchetti di viaggio più impegnativi, per un viaggio «high style» ma al tempo stesso «low cost». Cioè si sta spostando il tradizionale modo di muoversi a costi contenuti con la ricerca di esperienze mai scontate, costruendosi invece una vacanza su misura. In aumento anche le crociere che, confermando un trend di crescita già evidenziatosi negli ultimi anni, sono entrate ormai stabilmente nell’hit parade delle preferenze dei romani.

Per quanti decideranno di trascorre le vacanze entro i confini nazionali, la maggior parte di loro organizzerà autonomamente il proprio viaggio in Italia prenotando anche via web: Ma quando la meta è all’estero, secondo quanto osserva l’Ufficio per la Tutela dei Consumatori, i turisti romani preferiscono rivolgersi alle agenzie di viaggio e ai tour operator. «Attenzione dunque prima di partire per le vacanze di Natale» avverte l’avvocato. "Per evitare il rischio di affidarsi ad operatori improvvisati – prosegue il delegato del sindaco alla Tutela dei Consumatori – è meglio verificare che l’agenzia di viaggi o il tour operator risultino iscritti negli elenchi regionali che abilitano alla vendita dei servizi turistici". L’ufficio comunale da lui presieduto ha infatti deciso di sensibilizzare l’opinione pubblica sul crescente fenomeno dei disservizi nel settore del turismo subiti all’estero da parte dei nostri concittadini: dagli alberghi privi delle infrastrutture promesse nei cataloghi ai problemi con le compagnie aeree che perdono i bagagli.

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)