Buone notizie per le migliaia di clienti Aiazzone / Emmelunga che hanno sottoscritto contratti di finanziamento con Fiditalia S.p.A. per l’acquisto di mobili mai consegnati. La Casa del Consumatore e la finanziaria hanno infatti individuato una semplice procedura per sospendere immediatamente l’addebito e il pagamento delle rate.

"Si tratta di un’importante svolta, che mette finalmente ordine ad una situazione di caos in cui sono piombati tutti gli ignari clienti che, confidando nel marchio Aiazzone, hanno inutilmente atteso per mesi la consegna di mobili mai arrivati, iniziando però da subito a pagare le rate per i finanziamenti" – questo il commento dell’avv. Giovanni Ferrari, presidente nazionale della Casa del Consumatore.

Tutti i clienti che stanno continuando a pagare le rate pur non avendo ricevuto la consegna della merce, ma anche quanti hanno autonomamente interrotto i pagamenti col rischio di segnalazioni alla CRIF, possono inoltrare le richieste di sospensione alla Casa del Consumatore, anche per via telematica, seguendo le semplici istruzioni pubblicate sul sito www.casadelconsumatore.it.

Tutte le richieste saranno tempestivamente trasmesse alla finanziaria, che si è impegnata ad un rapidissimo riscontro, segnalando eventuali posizioni sulle quali vi fossero contestazioni o che necessitassero di approfondimento. Contestualmente, per quanti hanno ormai sciolto ogni rapporto col mobilificio, verrà richiesta la risoluzione del contratto di finanziamento e il rimborso delle rate già pagate.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)