Argomenti di attualità quali il recente Decreto Bersani sulle liberalizzazioni e le proposte dei cittadini per la prossima Finanziaria saranno al centro del I° Meeting Nazionale dei consumatori che si terrà a Loano (Sv) domani 29 e sabato 30 settembre. L’incontro, organizzato da Assoutenti in collaborazione con le altre associazioni appartenenti al CNCU (Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti) farà il punto sulle nuove politiche in materia di redditi da consumo.

L’incontro si aprirà domani con una tavola rotonda sul Decreto Legge del 30 giugno 2006, "Il decreto Bersani tra federalismo e liberalizzazioni". Si confronteranno nel dibattito rappresentanti locali degli ordini degli avvocati, dei farmacisti, dei commercialisti, i tassisti, la grande distribuzione, le associazioni dei consumatori e gli assessori regionali alle attività produttive della Regione Liguria e Lombardia. Sempre il 29 settembre si svolgerà un workshop su un tema specificatamente tecnico dal titolo "Turismo nautico, balneazione e sicurezza in mare", argomento di stretta attualità per la Regione Liguria. Il dibattito verrà affrontato "dalla parte del consumatore" e cioè si parlerà della sicurezza che coinvolge non solo il diportista, ma anche il bagnante.

Un altro tema centrale verrà analizzato nella seconda giornata: la proposta di class action e il ruolo che andranno ad assumere le associazioni dei consumatori nella politica economica del Paese. Saranno chiamati a partecipare agli incontri personalità di spicco a livello nazionale in rappresentanza del Governo del Parlamento e delle varie categorie sociali ed economiche italiane.

Nel corso del Meeting verranno presentate le richieste dei consumatori relative alla Finanziaria 2007, soprattutto per sviluppare tavoli di concertazione e di confronto con il mondo politico. Queste le priorità che saranno evidenziate a Loano: introduzione in finanziaria del ddl sull’azione collettiva e il tentativo obbligatorio di conciliazione

  • riforma delle authority e introduzione della figura del "consigliere dei consumatori";
  • deducibilita’ fiscale (spese di trasporto, costi d’istruzione, spese telefoniche);
  • riduzione delle tariffe Enel – gas – acqua – telefonia – autostrade e introduzione del bonus risparmio consumi;
  • Iva al 10 % su tutti i prodotti energetici per i consumi finali;
  • sterilizzazione delle accise sui carburanti;
  • sorveglianza dei prezzi dei carburanti e tempi uguali in caso di loro variazione in discesa e in salita;
  • riduzione tributi e tariffe locali Ici – Tia – bus.

In difesa dell’utente cittadino Assoutenti e le altre associazioni dei consumatori propongono provvedimenti legislativi precisi, riassumibili nei seguenti punti:

  • Completamento del codice del consumatore con l’introduzione dell’azione collettiva e la generalizzazione e obbligatorietà delle procedure di conciliazione come strumento per la risoluzione alternativa delle controversie.
  • Riforma, potenziamento e estensione della rete degli sportelli del consumatore quali strumenti capillari e di "first haid" della tutela e difesa dei diritti dei consumatori nel mercato di beni e servizi.
  • Riforma, adeguamento e sostegno della rappresentanza favorendo la partecipazione ai processi concertativi, agli organi e authority di tutela, a forme di finanziamento volontario, autonomo, indipendente, trasparente e certo per le attività di promozione del consumo sostenibile e consapevole.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)