"Per far ripartire l’economia italiana è necessario mettere al centro della politica economica il cittadino-consumatore. Mettendosi dalla sua parte, si possono fare azioni che fanno bene a tutta l’economia del Paese", hanno sostenuto in occasioni diverse Mario Monti, allora Commissario europeo, l’on. Bruno Tabacci e il Ministro Pierluigi Bersani.

Anche Confconsumatori plaude all’iniziativa assunta dal Governo e assicura il proprio impegno a sostenere provvedimenti volti a eliminare lacci e laccioli che favoriscono privilegi e rendite di posizione, limitano la concorrenza, sono causa di prezzi ingiustificatamente alti con grave danno per i consumatori-utenti.

"Il nostro impegno sarà volto soprattutto a fare informazione, a spiegare ai cittadini i vantaggi che derivano dai provvedimenti in discussione" – dichiara Mara Colla, Presidente nazionale di Confconsumatori. "Seguiremo l’iter parlamentare e faremo giungere le nostre proposte perché il Parlamento rispetti e accolga la volontà dei cittadini-consumatori-utenti. I diritti non hanno colore politico, sono di tutti".

L’associazione confida nel buon senso e nella capacità di dialogo delle parti interessate. "Tuttavia non escludiamo l’adozione di contromisure in caso di irragionevolezza di qualche Categoria. Quelle che temiamo di più non sono i tassisti, ma quelle che usano esprimersi senza caroselli, cortei e cartelli in mano", conclude Colla.

 

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)