Il 40% degli adolescenti maschi italiani gioca ai videogame da un’ora a tre ore al giorno, mentre le femmine sono il 12%. Lo rivela la prima indagine nazionale, svolta su oltre 2000 ragazzi, dal Centro Studi Minori e Media, presentata oggi in un convegno nell’Aula Magna dell’ Università di Firenze intitolato "Crescita in videogioco". Dalla ricerca emerge poi che il 12%, sempre dei maschi delle scuole medie inferiori e superiori, ne fa uso più di tre volte al giorno e predilige quasi per metà giochi sul combattimento, seguiti da avventura e sport. Inoltre, uno su due dichiara di giocare da solo, mentre il 15% con il padre e il 37% con amici: infine, quasi il 10% ha incontrato persone conosciute giocando online.

Il segretario nazionale della Confconsumatori, Marco Festelli ha speigato: "L’abuso di videogiochi rischia concretamente di riflettersi non solo negativamente sulla psiche ma anche sul fisico: sono infatti sempre più frequenti, così come succede al pollice se si inviano troppi sms al giorno, casi di tendinite alle mani e problemi alle articolazioni. I movimenti infatti, sono spesso compulsivi e frenetici e causano un forte irrigidimento della mano. Inoltre, non è da sottovalutare l’aspetto della vista; molte ore davanti ad un monitor sono infatti dannose".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)