"Una grande manifestazione ha espresso questa mattina il forte dissenso degli studenti e dei docenti verso le politiche scolastiche e universitarie del governo di centrodestra". Lo afferma Andrea Ranieri, responsabile scuola, università e ricerca della segreteria nazionale Ds. "Davanti a Montecitorio – prosegue – ricercatori, docenti, rettori e studenti hanno sostenuto l’impegno delle opposizioni contro l’approvazione del ddl Moratti. Un disegno di legge che non affronta nessuno dei grandi problemi dell’università italiana: la valutazione, il rafforzamento dell’autonomia, il ringiovanimento dell’intero sistema e le risorse necessarie, e che rischia di rendere ancora più precario e incerto il futuro dell’università e dei giovani ricercatori.

"Un provvedimento – conclude Ranieri – portato avanti, malgrado la manifesta contrarietà del mondo universitario, con un’arroganza senza ragioni se non quella di tirare la volata alla candidatura del ministro Moratti a sindaco di Milano. Più che un ddl sull’università – conclude il diessino – oggi la maggioranza alla camera si appresta a varare un volantino elettorale".

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)