Il Segretario dei DS Piero Fassino, ha incontrato oggi a Roma i dirigenti nazionali e regionali dell’associazione di volontariato e promozione sociale Auser RisorsAnziani, impegnata da 15 anni nel promuovere un’idea diversa di terza età. Le politiche a favore degli anziani, la casa, il sostegno alle famiglie, il bisogno di sicurezza, la solitudine e il rischio di emarginazione, la non autosufficienza, sono i problemi affrontati nel corso dell’incontro. Problemi importanti che l’associazione ha posto all’attenzione del segretario dei DS chiedendo che siano al centro del programma di governo di Centrosinistra.

"Al centro della nostra politica sociale – ha detto Fassino- ci sono sicuramente gli anziani, i loro bisogni e le loro attese. Costruire una politica di inclusione, costruire reti di solidarietà è oggi fondamentale per la tenuta stessa della società. Gli anziani soli devono poter accedere ad una rete di servizi domiciliari che permetta loro di continuare a vivere a casa propria il più a lungo possibile. Le famiglie vanno sostenute con strumenti adeguati nel lavoro di cura verso gli anziani non autosufficienti, evitando la solitudine in cui troppo spesso oggi si trovano a vivere. Le politiche sociali -ha continuato Fassino- devono avere un impianto stretto e forte di connessione fra le politiche rivolte alle famiglie e quelle rivolte agli anziani. Bisogna inoltre riconoscere la responsabilità degli enti locali nella gestione delle risorse, e dei servizi di cui hanno la titolarità, dare ai cittadini la possibilità di "controllo sociale" e, in una logica di politica delle reti e di sussidiarietà orizzontale, investire nel ruolo attivo e positivo del volontariato così prezioso per il grande valore in termini di relazioni umane e di vicinanza ai bisogni delle persone."

Il segretario diessino ha inoltre sottolineato che le conoscenze, le esperienze, i saperi, l’affettività di cui gli anziani sono portatori, vanno potenziate moltissimo e vanno moltiplicate le esperienze in cui l’anziano è protagonista come risorsa e come cittadino attivo. "L’allungamento della vita cambia i parametri, si allunga il tempo di vita dopo la pensione. E’ un aspetto con cui dobbiamo fare i conti. La società va riorganizzata, ripensata va affrontato un profondo cambiamento della società in termini culturali, perché rispetto a questo siamo ancora indietro. E soprattutto va combattuta la solitudine che coinvolge tanti anziani, ma anche e sempre più spesso i giovani e le stesse famiglie".

Fassino rispondendo ad alcune sollecitazione dei responsabili Auser ha anche sottolineato l’impegno per una rivalutazione del reddito per quel 65% di anziani pensionati che percepiscono una pensione che non supera i 700 euro; una politica della casa che pensi soprattutto agli anziani che vivono in affitto e in condizione di solitudine; il diritto alla salute e di accesso alle cure per tutti i cittadini, indipendentemente dal reddito. Nel concludere il segretario ha evidenziato l’importanza di "lavorare insieme per far arrivare agli anziani, nel miglior modo possibile, le risposte che attendono".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)