porte blindate

Porte blindate, saperne di più

Da mesi ormai in Italia stiamo assistendo al boom delle ristrutturazioni edilizie, dovute soprattutto alla presenza dell’ormai conosciutissimo SuperBonus 110%, una agevolazione fiscale che consente detrazioni fino al 110% per interventi relativi alla riqualificazione energetica degli edifici.

L’accesso alla misura è vincolato al rispetto di determinati requisiti relativi all’intervento e, per quanto riguarda quelli richiesti per l’acquisto di porte blindate a trasmittanza termica, la normativa fa riferimento ad alcuni parametri che tali porte devono rispettare.

La trasmittanza termica

La porta acquistata dovrà infatti essere dotata di una certificazione di trasmittanza termica, collegata al rispetto di alcuni valori a seconda della zona climatica in cui verrà installata. Lo scopo di questa norma è quello di garantire che l’intervento di ristrutturazione impatti con un effettivo risparmio energetico rispetto alla situazione di partenza, dato che per trasmittanza termica si intende il flusso di calore medio che passa, per metro quadrato di superficie, attraverso una struttura che delimita due ambienti a temperatura diversa. In primo luogo, dovremo quindi conoscere la zona climatica nella quale si trova l’abitazione oggetto dell’intervento e fare riferimento a queste condizioni per acquistare una porta blindata idonea per accedere al SuperBonus.

Ora che sappiamo la teoria, dobbiamo però capire nella pratica come orientarci nella scelta della porta blindata, dato che spesso il valore della trasmittanza termica di un prodotto non è un dato facilmente individuabile dal cliente finale.

Le classi di sicurezza

Se abbiamo cominciato ad informarci sull’acquisto, di sicuro ci saremo invece trovati ad avere a che fare con un parametro che indica la classe di sicurezza delle porte blindate. La normativa ENV1627 prevede infatti 6 classi anti-effrazione per le porte blindate, che indicano un livello crescente di sicurezza a partire dalla Classe 1, per arrivare ad un massimo rappresentato dalla Classe 6. Per quanto riguarda l’uso residenziale, le due classi anti-effrazione più richieste sono la Classe 3, utilizzata soprattutto per le porte blindate ad uso interno, e la Classe 4, che offre un grado di sicurezza maggiore ed è indicata per le porte ad uso esterno in contesti quali villette o case unifamiliari.

Se avete quindi bisogno di una porta blindata per interno e siete orientati ad acquistarne una in Classe 3, sappiate che molto probabilmente la trasmittanza termica del prodotto sarà di  1.26 W/mqK, un parametro che vi consentirà di accedere senza problemi alle agevolazioni fiscali.

Se invece le vostre esigenze sono relative ad una porta per esterni, acquistandone una (che sia in Classe 3 o a maggior ragione in Classe 4), quasi sicuramente la trasmittanza termica del prodotto sarà di 1.1 W/mqK e anche in questo caso il parametro sarà consono ai requisiti richiesti dal SuperBonus.

Ovviamente vi consigliamo sempre, al momento dell’acquisto, di verificare con certezza questi dati, ma per fare una prima scrematura mentre vi state orientando nella vostra scelta, le indicazioni che abbiamo scritto possono essere una buona base di partenza.

Non vi resta quindi che iniziare a cercare la vostra porta blindata!


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)