Innovazione ed economia circolare al centro di Ri-Generazioni, l’edizione 2018 del Festivalfuturo di Altroconsumo che si svolgerà dal 28 al 30 settembre a Milano. Quella di quest’anno, promette l’associazione, sarà un’edizione rinnovata nei contenuti, con un focus su innovazione, sostenibilità ed economia circolare.

L’evento sarà a ingresso gratuito e ha già ottenuto il patrocinio di Regione Lombardia e del ministero dell’Ambiente. I temi dell’innovazione e dell’economia circolare saranno affrontati seguendo cinque percorsi: smart agrifood, energia e ambiente, casa, mobilità e trasporti e prodotti. Gli argomenti che verranno affrontati durante la due giorni milanese saranno tantissimi, spiega Altroconsumo: dall’efficienza energetica nell’illuminazione a come ottimizzare gli sprechi in cucina, preparando un menu utilizzando avanzi e scarti di cibo. Si cercherà di capire il potenziale delle tecnologie che aiutano a dare nuova vita ai rifiuti, come organizzare un orto sul balcone e raccogliere i prodotti della terra anche in città, e quali sono le nuove tecniche di coltivazione, per ottimizzare i processi produttivi.

Nel frattempo, anche in vista di questo appuntamento, Altroconsumo diffonde i risultati di un’inchiesta condotta sulla mobilità a Torino, Milano, Roma, e Napoli, che in pieno 2018 fotografano la prevalenza dell’automobile sui mezzi pubblici. Spiega l’associazione: “Su un campione di 2200  rispondenti al questionario, il 70% dichiara di utilizzare il mezzo privato per spostarsi. Sono per l’80% lavoratori che ogni giorno compiono il tragitto casa-lavoro, più il 20% pensionati. Molti rinunciano alla bicicletta perché si sentono poco sicuri, con piste ciclabili che scarseggiano. I mezzi di trasporto pubblico non soddisfano nelle città di Roma e Napoli, dove sono bocciati metro e autobus. Milano è la città dove tram, bus, metropolitana e rete di trasporti sono più apprezzati nel loro complesso. Torino eccelle per la metro, ma il resto è da migliorare. Pochissime persone solo nei capoluoghi lombardo e piemontese affermano di utilizzare l’auto in condivisione almeno una volta a settimana, mentre a Roma i dati raccolti sono stati talmente scarsi da non essere statisticamente significativi. A Napoli non è attivo il car-sharing. Una persona su due utilizza le app di mobilità urbana almeno una volta alla settimana”.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)