“Ho deciso di abolire la ‘tassa sulla democrazia’. Ho voluto che il mio primo atto ufficiale da ministro fosse quello di cancellare l’imposta di bollo per occupazione di suolo pubblico finalizzata alla raccolta firme a sostegno di referendum, iniziative popolari, petizioni ed istanze”. Lo annuncia il titolare dei Rapporti col Parlamento, Riccardo Fraccaro parlando di “una tassa a carico dei cittadini che arrivava fino a 32 euro a richiesta solo per poter partecipare alla vita politica” e alla formazione delle decisioni pubbliche.

“La notizia comunicata dal Ministro Fraccaro è una scelta che condividiamo completamente e va nella giusta direzione”, dichiara Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva.

“Lavorare per rafforzare gli strumenti di democrazia diretta, rendendoli più semplici e accessibili ai cittadini è una scelta importante e condivisibile”, ha aggiunto Gaudioso. “E ragionare su strumenti che rafforzino la partecipazione dei cittadini nella vita pubblica di questo Paese è un tema centrale di dibattito politico se vogliamo ridurre il gap di fiducia tra cittadini e istituzioni che quotidianamente rischia invece di aumentare”.

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)