Sono 7 le organizzazioni non profit vincitrici della terza edizione nazionale del Bando UniCredit Carta E 2013 “Strategie di coesione sociale a favore della Terza età”, lanciato per promuovere iniziative legate all’assistenza agli anziani e all’invecchiamento attivo.
Il Comitato scientifico coordinato da UniCredit Foundation in collaborazione con l’Università Bocconi di Milano ha valutato 348 progetti individuando i 7 vincitori che si sono aggiudicati l’importo complessivo di 420.000 euro messo a disposizione da UniCredit:

  1. Vedogiovane Coop. Soc., per il progetto “Badante di condominio” – Novara e Borgomanero:
  2. Fondazione Martinelli, progetto “L’ospizio diffuso: l’altra Baggina”: nuove forme di abitare ed una rete di sostegno a favore degli anziani e dell’intera comunità – Milano;
  3. Associazione Neuropsiche, progetto “Noi da voi: supporto specialistico a domicilio alla gestione della persona con demenza e alla modifica della casa per una sua migliore autonomia” – Vicenza
  4. Auser Firenze, progetto “Abitare Solidale” – Cascina, San Miniato, Castelfranco di Sotto (FI), Santa Croce sull’Arno (PI), Monsummano Terme (PT);
  5. Soccorso Clown Coop. Soc., progetto “Azione Anziani” – Roma
  6. ANTEAS Cosenza, progetto “Orti solidali” – Cosenza, Rende e Castrolibero
  7. Corallo Coop. Soc., progetto “Sweet Home” – Siracusa, Lentini, Carlentini e Francofonte.

Grazie ai contributi raccolti attraverso UniCredit Carta E – la carta di credito che senza alcun costo aggiuntivo per il titolare, destina il 2 per mille di ogni spesa effettuata a un fondo destinato a iniziative e progetti di solidarietà – ciascun progetto selezionato riceverà 60 mila euro.
“La Carta E di UniCredit – ha ricordato Gabriele Piccini, Country Chairman Italia UniCredit – è una carta di credito nata nel 2005 che consente di destinare un contributo per ogni operazione effettuata a un fondo di solidarietà, senza alcun onere a carico del titolare. Nei primi 8 anni di vita 180.000 carte hanno contribuito a supportare progetti di utilità sociale per oltre 10 milioni di euro. Negli ultimi tre anni, attraverso il meccanismo dei Bandi, con UniCredit Foundation hanno sostenuto 25 iniziative di carattere filantropico, per complessivi 1,5 milioni di euro”.
“Il costante invecchiamento della popolazione, accompagnato da un una crescente aspettativa di vita, implica un inevitabile aumento del numero di persone anziane nel nostro Paese. Negli ultimi anni – ha affermato detto Maurizio Carrara, Presidente di UniCredit Foundation – abbiamo pertanto ritenuto necessario prestare particolare attenzione a questo tema, affrontando le nuove fragilità sociali legate alla Terza età. Con il Bando UniCredit Carta E 2013 abbiamo deciso di supportare progetti che, nel campo dell’aiuto alla persona, privilegino lo sviluppo di metodologie innovative, sostenibili e replicabili. Nel periodo di apertura del Bando abbiamo raccolto un ragguardevole numero di domande da tutto il territorio nazionale. I sette progetti selezionati hanno tutti come denominatore comune la volontà di rispondere concretamente ai problemi e ai bisogni delle persone, migliorarne la qualità della vita e puntare a creare un percorso stabile di sostegno alla famiglia”.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)