Gli italiani amano gli animali domestici. Componenti a tutti gli effetti della famiglia, compagni di vita e di gioco capaci di donare allegria e divertimento, serenità e gioia – queste le prime emozioni segnalate nella vita con i pets – e grande opportunità per un mercato che muove un giro d’affari di oltre un miliardo di euro ogni anno nella Grande distribuzione organizzata. Con più di un animale a testa presente sul territorio nazionale – il rapporto cittadini-pet è di uno a uno – gli italiani si confermano affezionati alla compagnia dei loro amici a quattro zampe.

Attenzione, non si parla solo di cani e gatti, anche se in Italia si conta ormai un gatto ogni tre famiglie e mezza e un cane ogni 3,7 famiglie. Secondo le stime del rapporto rapporto Assalco-Zoomark 2017, in Italia ci sono tanti animali domestici quanti abitanti: 60,4 milioni in tutto (a fronte di 60,5 milioni di residenti), di cui poco meno della metà (29,9 milioni) sono pesci, con 14,5 milioni tra cani o gatti, 13 milioni di uccellini e 3,1 milioni tra piccoli mammiferi (come conigli e criceti) e rettili (come le tartarughe).  

Si tratta di un rapporto particolare e particolarmente forte, se si considera che è duraturo – supera i 10 anni nel 44% dei casi e grazie al continuo miglioramento della qualità del cibo e delle cure veterinarie l’aspettativa di vita di cani e gatti è raddoppiata negli ultimi 30 anni – e che la quasi totalità di chi vive con un animale da compagnia ritiene di non poterne fare a meno perché lo considera parte integrante della famiglia. I dati sono stati rilanciati di recente da Italiani.Coop, che sottolinea come questo rapporto sia alla base di un mercato fiorente. I prodotti per gli animali, fra alimenti, igiene e accessori, nella grande distribuzione organizzata muovono un giro d’affari che Nielsen quantifica in oltre 1,2 miliardi di vendite nel 2016 (+2% sul 2015), corrispondenti al 2% delle vendite effettuate negli stessi negozi. E i dati sono in crescita, con 660 milioni di euro di vendite nel solo primo semestre del 2017 (+3% rispetto al primo semestre del 2016). Per prendersi cura degli animali domestici nel 2016, gli italiani hanno speso più di quanto viene speso per comprare frutta e verdura in un mese d’estate nella grande distribuzione.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)