Caso Eurovita, Federconsumatori: i cittadini preoccupati chiedono garanzie e trasparenza (Foto di Mediamodifier da Pixabay)

Caso Eurovita, Federconsumatori: i cittadini preoccupati chiedono garanzie e trasparenza (Foto di Mediamodifier da Pixabay)

Desta sempre più allarme tra i cittadini la vicenda della compagnia Eurovita S.p.A. e sono molti gli assicurati coinvolti che si rivolgono alle associazioni dei consumatori, tra cui Federconsumatori, chiedendo se e quando potranno riscattare le proprie polizze. L’Associazione, quindi, fa il punto della situazione, ripercorrendo le tappe della vicenda.

La società – ricorda – è in amministrazione straordinaria. Infatti, come si legge in una nota presente sul sito ufficiale, “Il Ministro dell’Impresa e del Made in Italy, su proposta dell’IVASS, ha disposto, con decreto del 29 marzo 2023, l’Amministrazione Straordinaria e lo scioglimento degli organi con funzioni di amministrazione e controllo di Eurovita Holding S.p.A. e Eurovita S.p.A.”. A seguito di tale provvedimento IVASS ha prorogato la sospensione temporanea della facoltà dei contraenti di esercitare i riscatti regolati dai contratti di assicurazione e di capitalizzazione stipulati con Eurovita S.p.A. fino al 30 giugno 2023.

“In ragione di quanto sopra – specifica la nota della Compagnia pubblicata online – le eventuali richieste di riscatto, totale o parziale, presentate durante il periodo di sospensione non saranno considerate valide. La sospensione non opererà per le liquidazioni dovute in caso di scadenza e sinistro né per i casi di richieste di riscatto e anticipazioni relative alle forme pensionistiche complementari disciplinate dal decreto legislativo n. 252 del 5 dicembre 2005”.

Eurovita, Federconsumatori: il Governo si impegni per trovare possibili soluzioni

“Il tempestivo intervento di IVASS con la sospensione dei riscatti e l’Amministrazione straordinaria hanno scongiurato il default – commenta Federconsumatori – salvaguardando così le garanzie patrimoniali a favore degli assicurati e dando il tempo alla società di individuare una soluzione per rafforzare la propria situazione patrimoniale”.

“Ovviamente ci auguriamo che la società riesca al più presto a risanare la propria situazione, ma è necessario in ogni caso che Governo, IVASS e le imprese del settore collaborino attivamente alla soluzione di questa vicenda: un esito negativo è impensabile, non solo per i cittadini coinvolti, ma per la fiducia verso l’intero sistema assicurativo, da tempo minata da varie criticità. Per questo è indispensabile individuare gli strumenti più efficaci possibili, coinvolgendo anche le principali compagnie interessate al riequilibrio della situazione patrimoniale di Eurovita e alla stabilità del settore, per superarle rapidamente salvaguardando gli investimenti dei risparmiatori e consumatori”.

Federconsumatori si dichiara pronta a svolgere ogni iniziativa utile alla migliore tutela dei cittadini coinvolti, che possono recarsi presso gli sportelli dell’associazione presenti in tutta Italia, per valutare il proprio caso e ricevere le informazioni e l’assistenza necessaria.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)