Crociere, Codici: in caso di modifiche dell'itinerario si ha diritto alla riduzione del prezzo

Crociere, Codici: in caso di modifiche dell'itinerario si ha diritto alla riduzione del prezzo

Tappe annullate, itinerari modificati. Il maltempo che si sta abbattendo sul Mediterraneo sta mettendo in difficoltà le crociere. L’associazione Codici interviene, quindi, per richiamare le compagnie al rispetto dei diritti dei passeggeri.

“È doveroso fare una premessa – afferma Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici –, la sicurezza viene prima di tutto. In caso di condizioni avverse è giusto fermare le navi. Detto questo, riteniamo opportuno ricordare che ci sono dei diritti da rispettare. Lo facciamo perché, purtroppo, quando ci sono situazioni particolari non sempre le compagnie si dimostrano corrette”.

Crociere, i diritti dei passeggeri

“Di fronte alla modifica dell’itinerario – spiega Stefano Gallotta, Responsabile del settore Trasporti e Turismo di Codici – i viaggiatori hanno diritto alla riduzione del prezzo. Non sempre questo viene comunicato. Spesso ci si limita ad informarli che le compagnie o i comandanti hanno il diritto di modificare il programma per cause di forza maggiore. Facendo passare soltanto questa informazione, i crocieristi pensano di non poter richiedere il rimborso, ma non è così”.

“Ci preme chiarire questo aspetto perché – prosegue Gallotta – in questi giorni segnati dal maltempo, diverse crociere stanno subendo delle modifiche. Il Codice del Turismo prevede inderogabilmente che i consumatori hanno diritto alla riduzione del prezzo complessivamente pagato per il pacchetto turistico anche se la variazione peggiorativa della vacanza è determinata da cause di forza maggiore, come il mare molto mosso ed ogni altro evento eccezionale che sfugge al controllo della compagnia. Non importa la causa della variazione del viaggio per avere diritto alla riduzione del prezzo, ciò che conta è che vi sia una variazione peggiorativa ed il rimborso è proporzionato all’entità del cambiamento”.

Il caso di Msc Grandiosa

Codici riporta il caso di Msc Grandiosa. “Con una comunicazione inviata domenica 20 novembre – riferisce Gallotta – la compagnia ha informato i passeggeri di un cambio di itinerario a causa delle condizioni meteo avverse. Gli scali previsti a Palermo e La Valletta sono stati sostituiti con il pernottamento a Messina. Viene precisato che le escursioni Msc prenotate in anticipo per i due porti saranno automaticamente rimborsate sul conto di bordo, ma non c’è nessun riferimento al diritto alla riduzione del prezzo. Come se non bastasse, stiamo ricevendo segnalazioni da chi si trova a bordo che racconta di forti disagi. Ad esempio, chi doveva imbarcarsi a Palermo è stato trasportato a Messina per il cambio di tappa dopo un’attesa lunghissima e senza alcuna assistenza”.

“Una vicenda che – conclude Gallotta – descrive benissimo la situazione che si è venuta a creare a causa del maltempo e su cui abbiamo deciso di intervenire per informare i consumatori dei loro diritti”.

“Situazioni analoghe – denuncia Codici – si registrano anche per Costa Firenze e Costa Toscana, che hanno dovuto rivedere i propri itinerari, senza che però i viaggiatori siano stati adeguatamente informati sul diritto alla riduzione del prezzo”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)