I giovani accompagnano i nonni verso le nuove tecnologie. I nativi digitali diventano infatti  “tutor” dei cittadini ultra65enni in un corso speciale: è Bella Nonno!, il progetto pilota in cui i nonni tornano a scuola per imparare dai nipoti come si diventa consumatori digitali.

Prende infatti il via in questi giorni “Bella nonno! Corso di formazione intergenerazionale per anziani attivi”. Il progetto si propone di realizzare un originale corso, articolato in un ciclo di incontri tematici rivolti a cittadini over 65, che coinvolga in qualità di “tutor” giovani dai 16 ai 19 anni, perlopiù studenti in alternanza scuola-lavoro. Il progetto è organizzato da Confconsumatori in collaborazione con UniCredit, nell’ambito dell’accordo Noi&UniCredit, Eni gas e luce e Nestlé Health Science e si avvarrà del supporto di enti pubblici, associazioni attive a livello nazionale e locale.

Si tratta di un’esperienza “pilota” che verrà proposta in tre città (nord, centro e sud Italia), con l’intenzione di replicarla su più ampia scala in futuro. Fondamentale la collaborazione con le tre scuole coinvolte: il Liceo classico “Maria Luigia” di Parma, il Liceo scientifico Leon Battista Alberti di Minturno (LT) e l’I.I.S.S. “Michele De Nora” di Altamura (BA).

Ad aprire i lavori sarà la scuola di Minturno, che presenterà il progetto domani, sabato 30 marzo, alle ore 11,30 presso il Liceo Alberti. Anche il Comune di Minturno, che patrocina l’iniziativa, prenderà parte alla formazione dei giovani “tutor”, che il prossimo autunno dovranno trasferire i contenuti appresi agli anziani. La formazione dei tutor a Parma inizierà, invece, il prossimo giugno mentre ad Altamura il tutto si svolgerà a partire da settembre.

Si parlerà di informatizzazione informatica, gestione delle utenze, alimentazione e salute, strumenti innovativi di pagamento e di accesso ai servizi bancari. Il tutto con un occhio rivolto alle potenzialità di internet, da conoscere e sfruttare in sicurezza. “Ai più giovani, più abituati a navigare online, sarà chiesto di accompagnare una generazione spesso diffidente e “resistente” verso le nuove tecnologie – spiega Confconsumatori – In cambio, i nonni potranno condividere con i loro giovani tutor, l’esperienza maturata negli anni. Attraverso laboratori intergenerazionali, infatti, studenti e anziani saranno chiamati a confrontare le esperienze di consumatori in un Paese in cui servizi e mercato sono in continua evoluzione”.

“Tra nonni e nipoti oggi c’è un abisso di differenze – spiega Mara Colla, presidente di Confconsumatori – i primi sono allergici alla tecnologia, i secondi ne sono quasi dipendenti. Li accomuna, però, la scarsa conoscenza dei propri diritti e doveri di cittadini-consumatori e di come esercitarli. Per questo abbiamo pensato, con questo corso, di metterli insieme, fianco a fianco, per acquisire quelle nozioni di base che ci rendono più attenti e consapevoli quando facciamo la spesa, quando paghiamo la bolletta, quando entriamo in banca o quando acquistiamo, in generale, un bene o un servizio. Il web rappresenta un’enorme potenzialità per risparmiare tempo e denaro, ma va utilizzato correttamente”.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)