Nonni e nipoti fianco a fianco in un corso per consumatori attivi e consapevoli. E digitali, come richiede l’attualità. Così i giovani accompagneranno gli over 65 verso le nuove tecnologie e verso Internet, diventando “tutor” degli anziani, che a loro volta porteranno ai più giovani le proprie esperienze. È partito sabato da Minturno, in provincia di Latina, il progetto “Bella Nonno!” organizzato da Confconsumatori. Si tratta di un’esperienza pilota sulla formazione intergenerazionale dei consumatori che si svolgerà anche a Parma e ad Altamura (Bari).

“Non smettete mai di imparare e aggiornarvi, bisogna essere curiosi ad ogni età”. Con questo messaggio, diretto ai giovani e agli anziani seduti fianco a fianco nell’aula magna del liceo Alberti di Minturno, è stato inaugurato il progetto nazionale “Bella nonno! Corso di formazione intergenerazionale per anziani attivi”. Il progetto si propone di realizzare un corso per consumatori attivi e consapevoli, articolato in un ciclo di incontri tematici rivolti a cittadini over 65, che coinvolga in qualità di “tutor” giovani dai 16 ai 19 anni, perlopiù studenti in alternanza scuola-lavoro. Il progetto, che verrà proposto a Minturno (LT), Parma e Altamura, è organizzato da Confconsumatori in collaborazione con UniCredit, nell’ambito dell’accordo Noi&UniCredit, Eni gas e luce e Nestlé Health Science e si avvarrà del supporto di enti pubblici, associazioni attive a livello nazionale e locale.

Si tratta di un’esperienza pilota lanciata per ora in tre città, con la partecipazione di tre scuole superiori, e con l’intenzione di replicarla su più ampia scala in futuro. I moduli tematici riguardano l’alfabetizzazione informatica, la gestione delle utenze, alimentazione e salute, strumenti innovativi di pagamento e di accesso ai servizi bancari. “Ai più giovani, più abituati a navigare online, sarà chiesto di accompagnare una generazione spesso diffidente e “resistente” verso le nuove tecnologie. In cambio, i nonni potranno condividere con i loro giovani tutor, l’esperienza maturata negli anni – spiega Confconsumatori – Attraverso laboratori intergenerazionali, infatti, studenti e anziani saranno chiamati a confrontare le esperienze di consumatori in un Paese in cui servizi e mercato sono in continua evoluzione”.

Si è partiti dunque da Minturno, con la presentazione del progetto al liceo Alberti, sabato scorso. Qui il corso per anziani è patrocinato dal Comune di Minturno e vede anche la collaborazione dell’Università Popolare di Latina per tutte le età (Uptel). Ha detto Sara Bitetti, responsabile relazioni esterne di Confconsumatori: “Confconsumatori è da sempre impegnata non solo alla tutela dei consumatori, ma anche alla formazione e informazione di cittadini attivi, consapevoli e attenti. Con “Bella Nonno!” abbiamo condiviso questa missione con le Aziende che hanno voluto affiancarci”. Antonio Piracci, presidente di Uptel, si è rivolto ai giovani e agli anziani presenti in sala: “È importante continuare ad aggiornarsi sempre, a tutte le età, la formazione è un aspetto importante della vita che deve essere continua e spaziare tra materie diverse. Questo progetto dimostra che gli anziani e i giovani hanno sempre qualcosa da imparare e possono anche farlo insieme, aiutandosi a vicenda”. In platea c’erano le classi IV del Liceo Alberti, che cominceranno la formazione da aprile e tanti cittadini, diversi dei quali hanno già effettuato la preiscrizione al corso per anziani che si terrà in autunno.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)