Verso l’Europa si alternano scetticismo e aspettative. Ma il futuro dell’Europa si giocherà anche sulla capacità di affrontare i temi legati all’invecchiamento della popolazione: non a caso, il peso degli elettori anziani sarà determinante sui risultati delle prossime elezioni. Per questo mercoledì si svolgerà l’incontro “Europa e anziani, tra sogni e bisogni”: l’appuntamento è dalle ore 10.30 al Centro Congressi in via dei Frentani 4. Ne discuteranno, su sollecitazione di Radio Articolo 1, Emilio Gabaglio, già segretario generale Ces, Maria Cecilia Guerra, viceministro Lavoro e Welfare, Anna Maria Rivera, antropologa Università di Bari, Alfredo Zanatta, Aulss 21 Regione Veneto.
Le elezioni europee metteranno in gioco proprio la prospettiva di creare una casa comune per tutti gli europei, un’idea entrata in crisi e che sconta, da un lato, scetticismo, disillusione e ostilità nei confronti dell’Unione europea, dall’altro una crescente aspettativa nei confronti delle istituzioni comunitarie. Nell’incontro di mercoledì, spiega una nota stampa, “si intende analizzare il rapporto controverso tra i cittadini e l’Europa dal punto di vista della popolazione anziana. Una popolazione destinata a diventare sempre più determinante sul futuro dell’Europa, per ragioni se non altro anagrafiche. Ma anche perché il voto degli anziani, stiamo parlando di oltre 87 milioni di persone, peserà in modo significativo sui risultati delle prossime elezioni. E il futuro di giocherà anche sulla capacità dell’Europa di affrontare in modo efficace, equo e condiviso i temi legati all’invecchiamento”.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)