Il tavolo interministeriale sul libro e l’editoria si è già insediato e proseguirà i lavori, tornando a riunirsi entro un mese. Obiettivo: rimettere al centro il libro e l’editoria quali punti di forza per far ripartire il paese.
L’annuncio dell’istituzione e dell’operatività del tavolo interministeriale per il libro e l’editoria arriva oggi dal Sottosegretario per l’Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri Paolo Peluffo intervenuto a Più libri più liberi, la fiera nazionale della piccola e media editoria in corso al Palazzo dei Congressi dell’EUR a Roma. La richiesta era stata avanzata dall’Associazione Italiana Editori.
“Il tavolo – ha detto il Sottosegretario – è voluto e presieduto da me, d’intesa con il Ministro Ornaghi, e coinvolge tutti i Ministeri strategici per il libro e l’editoria: Istruzione, Sviluppo, Economia e Finanze, Presidenza del Consiglio e Beni e Attività culturali. L’obiettivo è raccogliere le istanze del mondo dell’editoria, in primis dell’AIE ma di tutta la filiera, per elaborare un documento di proposta al futuro Esecutivo che davvero rimetta al centro il libro e l’editoria. La lettura è il punto da cui il Paese può ripartire”.
Nel corso dell’incontro Enrico Iacometti, presidente dei piccoli editori AIE ha chiesto “interventi legislativi sul libro a favore del pluralismo culturale, corsie preferenziali per poter ottenere fondi agevolati destinati all’innovazione, incentivi e modalità di aiuto per la nascita e lo sviluppo di librerie indipendenti e biblioteche pubbliche e scolastiche, indispensabili per una editoria in grado di promuovere e di offrire non solo prodotti destinati a un mercato di massa”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)