Sensibilizzare i cittadini sui diritti legati alla tutela della riservatezza, della dignità della persona e delle libertà fondamentali è l’obiettivo della Giornata europea della protezione dei dati personali, che sarà celebrata in Italia con un convegno dedicato all’educazione alla rete e alla cittadinanza nella società digitale.
Si svolgerà infatti il 29 gennaio a Roma (in piazza Monte Citorio 123/a dalle 11.30) il convegno “Educare alla rete. L’alfabeto della nuova cittadinanza nella società digitale” organizzato dal Garante Privacy. “La Rete non è una realtà parallela ma è lo spazio in cui si dispiega una parte sempre più importante della nostra vita – spiega l’Autorità in una nota – Vita reale e vita virtuale sono sempre più connesse e la rivoluzione digitale che trasforma in dati porzioni sempre più rilevanti delle nostre esistenze pone problemi nuovi per le nostre libertà. Tutti gli attori istituzionali , ma anche media, associazioni di categoria, mondo del web, sono chiamati  a misurarsi con le sfide di questa complessa fase di transizione e a individuare e  promuovere “l’educazione della persona digitale”, una sorta di nuova educazione civica, rivolta a tutti i cittadini, agli operatori, agli utenti della Rete senza distinzione di età o di ruoli”. Ai lavori, aperti da Antonello Soro, presidente del Garante privacy, interverranno Maria Chiara Carrozza, Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Francesco Caio Commissario di Governo per l’attuazione dell’Agenda digitale e Luigi Gubitosi Direttore generale della Rai.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)